Gallipoli (caddhipuli nel dialetto locale), una delle località preferite dai giovani vacanzieri che scelgono il Salento!

Perla dello ionio o Ibiza del Salento, negli ultimi anni, si è tanto parlato di Gallipoli, questa piccola città di 20mila abitanti ma che nel periodo estivo può superare le 100mila presenze al giorno, tanto da farla diventare una meta turistica rinomata e internazionale.

Regina indiscussa del panorama turistico regionale e nazionale. Merito di strategie e investimenti che con il passare del tempo sono sempre diventati maggiori e importanti. 

Gallipoli mare, divertimento e turismo

Spiagge bianche e acqua cristallina, sembra quasi disegnata…

La natura ha sicuramente dato tanto a Gallipoli, ma parte del merito và agli imprenditori hanno creato qualcosa di fantastico, valorizzando al massimo questa parte di Salento… Il punto di forza di un turismo è quello di riuscire a diversificare le offerte, creare alternative.

Gallipoli ha raggiunto l’obbiettivo.

Un modello di turismo dinamico, adatto a tutte le tasche e tutte le età.Ristoranti nella città vecchia, pizzerie, pub e bar nel corso e discoteche in riva al mare. Gallipoli d’estate non chiude mai! Gallipoli, la strategia ha catturato anche i VIP Uno dei tanti yatch che quest’estate hanno fatto rotta nelle acque della città bella e quello del principe ereditario d’Arabia Saudita, Mohammad Bin Salmān Āl Sa Ud.

Ma nel corso degli ultimi anni Gallipoli ha incantato numerosi vip come Fiorello, Gianni Morandi, Giorgia, Paolo Nocito (in arte Paolo Noise), e poi la modella Belen Rodríguez, la stupenda Alena Seredova e non per ultimi Natalia Bush, Manuela Arcuri, Jason Lewis, Gerard Depardieu, Anna Falchi e tanti altri ancora.

Non solo Vip, per l'importanza storica dell'epoca barocca, la città bella è stata inserita nella Tentative List dell'UNESCO in attesa di eventuale riconoscimento come Patrimonio dell'Umanità.

Cosa visitare?

  • Il ponte seicentesco che collega il borgo della città vecchia costruita su di un isola calcarea collegata alla terraferma;
  • La Basilica concattedrale di Sant’Agata risalente al XVII secolo in stile Barocco è posizionata sul punto più altodella città,
  • i numerosi palazzi di origine rinascimentale e barocca;
  • Castello aragonese uno dei pochi castelli sul mare;
  • La cinta muraria con un sistema di 12 torri che circondavano l'intero borgo;
  • La fontana greca secondo alcune fonti risalirebbe al III secolo A.C. tanto da nominarla fontana più antica d'Italia.

Dove mangiare?
Segnaliamo la presenza di ottimi ristoranti nella parte vecchia della città per ogni richiesta e per tutte le tasche.

Gallipoli di notte:
è una città da vivere, esplorare…tutta da ballare!